Tecniche kinesiologiche - A.K.S.I. Associazione Italiana di Kinesiologia Specializzata

Vai ai contenuti

Tecniche kinesiologiche

Il Professionista in Kinesiologia Specializzata

Il Professionista in Kinesiologia opera per il miglioramento o mantenimento dello stato di benessere globale della persona utilizzando come strumento principale il test muscolare kinesiologico praticato su muscoli di tutto il corpo secondo i parametri definiti nei testi base della Kinesiologia.
Il Professionista in kinesiologia valuta la congruenza tra i meccanismi propriocettivi e il tono basale dei muscoli volontari con l’interazione individuale e collettiva dei sistemi fisici, energetici, emozionali e spirituali dell’individuo.
Il Professionista in Kinesiologia mira alla regolarizzazione della velocità di risposta dei meccanismi propriocettivi dei muscoli rispetto a uno stimolo, al fine di permettere all’individuo di avere una risposta più consona relativamente all’obiettivo che ci si è proposti all’inizio delle sedute.
Il Professionista in Kinesiologia Specializzata opera attraverso il test muscolare kinesiologico di precisione per aiutare ogni singola persona a ottimizzare le proprie capacità individuali focalizzandole al raggiungimento degli obiettivi che si propone.
Attraverso l’utilizzo di varie tecniche e procedure in sinergia con il proprio bagaglio cognitivo, il Professionista collabora con la persona affinché questa possa sentirsi un “essere” completo, competente e in possesso della saggezza della natura e dell’intelligenza dell’istinto. Il Professionista, nel pieno rispetto della persona, non giudica, non interpreta e non dà direttive, semplicemente ne sostiene il processo di autodeterminazione, fornendo al sistema globale dell’individuo le migliori possibilità di scelta. La persona in tal modo è libera di scegliere il percorso più adatto per raggiungere i propri obiettivi.

Le tecniche della Kinesiologia Specializzata

Il test muscolare viene eseguito esercitando pressioni di varia intensità sugli arti della persona per valutare quindi, attraverso la velocità di risposta del muscolo, la distribuzione dell’energia nelle varie aree del corpo e quella relativa alle specifiche funzioni.
Quando, attraverso il test muscolare si evidenzia uno squilibrio, il muscolo testato risponde debolmente, ha una risposta rallentata: è inibito.
In tal caso il compito del Professionista è quello di trovare, su base prioritaria, la tecnica di correzione più adatta per riportare l’equilibrio all’interno del sistema evidenziato attraverso il muscolo inibito.
Questo significa che il Professionista in Kinesiologia, sempre attraverso il test è in grado di individuare la tecnica di riequilibrio più efficace.

Per fare ciò il Professionista in Kinesiologia ha a disposizione una vasta gamma di tecniche specifiche utili al ripristino dell’equilibrio:

Stimolazione o tocco di punti riflessi, energetici e propriocettivi dei muscoli;
  • Esercizi energetici e specifici di educazione che sviluppano l’integrazione emisferica, l’apprendimento e il benessere;
  • Utilizzo di impulsi energetici (colori, suoni, vibrazioni etc.);
  • Organizzazione delle emanazioni elettromagnetiche del corpo (chakra, otto tibetani etc.);
  • Consapevolezza delle situazioni che creano alterazioni emotive;
  • Tecniche di ascolto e comunicazione;
  • Correzioni con contatto su punti specifici;
  • Affermazioni specifiche;
  • Dispersione di programmi assunti in passato;
  • Tecniche di rilassamento e di gestione dello stress;
  • Tecniche di visualizzazione creativa;
  • Educazione e consapevolezza nutrizionale anche attraverso l’uso di integratori alimentari e prodotti naturali;
  • Stimolazioni manuali su parti specifiche di muscoli, punti di digitopressione e massaggio dei meridiani;
  • Tecniche manuali;
  • Tecniche di respirazione;
  • Tecniche idonee a migliorare la capacità della persona di ripristinare l’integrità tra i vari sistemi;
  • Tecniche che sollecitano la capacità del sistema corpo/mente di ripristinare lo stato di equilibrio e sintonizzano la persona con le proprie risorse.

Tutte queste tecniche sono verificate, monitorate e integrate in specifici protocolli applicati dalle varie metodologie della Kinesiologia Specializzata. Fra le motivazioni che hanno portato la Kinesiologia a definire l’utilizzo dei muscoli e in particolare l’affidabilità del test muscolare nel suo lavoro di riequilibrio vi è il fatto che i muscoli, costituiti da tessuto connettivo,
rappresentano l’ultimo apparato in ordine di attivazione dell’intero organismo, in quanto il loro movimento permette al “pensiero di diventare azione compiuta” e ai liquidi vitali di muoversi in tutto il corpo. In altre parole affinché il nostro corpo
possa compiere un qualsiasi movimento volontario o involontario occorre che i muscoli siano in perfetto equilibrio, e perché ciò avvenga nel miglior modo possibile, è necessario che a monte di questo movimento, considerato l’ultimo anello del sistema nervoso periferico, tutti i sistemi di cui si compone il nostro corpo siano in equilibrio.

Test muscolare
Il Test Muscolare non è una proprietà esclusiva della Kinesiologia Specializzata, esso viene utilizzato oramai da più metodiche che operano anche al di fuori del mondo della Kinesiologia. Ciò che però la Kinesiologia Specializzata ha fatto nel corso degli anni e che continua a fare tutt’oggi, è svolgere con regolarità ricerche e studi approfonditi, che hanno reso il test Muscolare estremamente preciso e affidabile.
In tal senso la Kinesiologia Specializzata ha messo a punto 96 diverse tipologie di test, ciascuna delle quali permette di attingere a una serie di "banche dati" contenenti le informazioni relative del sistema/persona. In questo modo è possibile accedere alle memorie trattenute nel tessuto connettivale, vero e proprio deposito delle esperienze vissute.

Ed è grazie a questa continua evoluzione che lo strumento di indagine utilizzato dalla Kinesiologia Specializzata ha preso il nome di “test muscolare kinesiologico di precisione”.

Il Professionista in Kinesiologia, in possesso dei requisiti previsti dall’A.K.S.I. (Associazione Italiana di Kinesiologia Specializzata), è un operatore che ha seguito un iter professionale che varia dai 2 ai 5 anni, secondo il piano di studi scelto.
Ha sostenuto l’esame finale presso la Commissione d’esame dell’Associazione per l’iscrizione al Registro Professionale A.K.S.I..
Si attiene ai regolamenti e alle norme etiche e deontologiche dettate dall’A.K.S.I., allo Statuto e ai Regolamenti dell’Associazione tra i quali l’obbligo all’aggiornamento continuo.
I piani formativi, di cui sopra, sono conformi ai dettami e ai parametri internazionali.

Dr. John F. Thie
Il Professionista in Kinesiologia, in possesso dei requisiti previsti dall’A.K.S.I. (Associazione Italiana di Kinesiologia Specializzata), è un operatore che ha seguito un iter professionale che varia dai 2 ai 5 anni, secondo il piano di studi scelto.
Ha sostenuto l’esame finale presso la Commissione d’esame dell’Associazione per l’iscrizione al Registro Professionale A.K.S.I..
Si attiene ai regolamenti e alle norme etiche e deontologiche dettate dall’A.K.S.I., allo Statuto e ai Regolamenti dell’Associazione tra i quali l’obbligo all’aggiornamento continuo.
I piani formativi, di cui sopra, sono conformi ai dettami e ai parametri internazionali.
 
 


Torna ai contenuti